UN’IMMERSIONE NELLO SVILUPPO SOFTWARE | Intervista a Daniel Gentili

Nel DNA di Fortech c’è l’innovazione. È una parte integrante di ogni processo e prodotto.

Uno dei team aziendali più coinvolto dalle continue evoluzioni è il team che si occupa dello sviluppo software. Abbiamo intervistato Daniel Gentili, il Responsabile del team Sviluppo.

 

Ciao Daniel, puoi presentarti ai nostri lettori?

Sono Daniel, ho 32 anni e mi ritengo un riminese D.O.C. La mia formazione è radicata nell’ambito dell’elettronica ma nel tempo mi sono appassionato all’informatica e infatti oggi per Fortech sono il Responsabile dello sviluppo software.

 

Lavori con un team?

Assolutamente sì. Siamo 12 persone con un compito molto importante: occuparsi di tutti i software presenti nelle soluzioni e nei portali Fortech. Questo incide anche sul nostro modo di organizzare il lavoro. Solitamente infatti seguiamo più progetti contemporaneamente e per questo ci suddividiamo in team diversi. Ogni team ha un suo Responsabile di progetto e i responsabili sono Claudio Curzi, Davide Monticelli e Massimo Fornari, che mi danno un ottimo supporto nella gestione della grande quantità di attività che ci compete.

Dobbiamo infatti ricordare che, oltre alla produzione per i nuovi progetti, ci occupiamo anche della manutenzione dei software sviluppati per progetti già ultimati e, soprattutto, dell’analisi.

 

Quanto conta la fase di analisi in un progetto?

Tantissimo. È una parte che “non si vede” ma invece impatta enormemente sullo sviluppo del singolo progetto.Trovare la soluzione più efficace a un problema significa mappare bene l’esistente, le esigenze e gli scenari. Per fortuna noi abbiamo un modo di fare analisi, e di lavorare in generale, che è basato sulla collaborazione. Un problema di uno dei team è un problema di tutti e ognuno deve concorrere con la propria esperienza e le proprie competenze a cercare di risolverlo.

 

Quindi l’essere collaborativi è un vostro valore importante?

Lo è. Decisamente. E si estende anche al modo in cui lavoriamo con gli altri reparti. Il reparto Assistenza e Servizi, ad esempio, è un reparto con cui ci troviamo a collaborare spesso. Loro si occupano infatti di offrire assistenza a chi utilizza i software che noi creiamo quindi vengono coinvolti già dalla fase di test. Noi li informiamo sulle diverse funzionalità e poi sono loro a testarle, appunto, e darci feedback importanti per procedere poi con la fase di produzione. Possiamo dire che lo scambio e il confronto tra il Reparto Sviluppo Software e quello Assistenza siano all’ordine del giorno.

 

C’è un progetto che ritieni particolarmente riuscito e importante?

Senza dubbio fattura1click! È un progetto diverso da tutti gli altri, sia per la natura del servizio, che per la mole e la tipologia di clienti che coinvolge ogni giorno. Con la app fattura1click siamo andati infatti a intercettare i clienti dei nostri clienti, coloro che vanno sulla stazione di servizio a fare rifornimento e hanno bisogno di fattura. Solitamente noi abbiamo a che fare con compagnie petrolifere, retisti, gestori e tecnici mentre in questo caso abbiamo creato un servizio per il consumatore finale e leggere le migliaia di recensioni positive è stato veramente soddisfacente! Ancora più gratificante è il pensare quanti sono stati i livelli del progetto e la complessità: dai workshop al sito passando per la app, fattura1clik è stata ed è tuttora un vero e proprio mondo.

 

Quindi… viva le recensioni positive!

Beh, leggere quanto sei stato bravo è sempre piacevole ma noi in verità ci concentriamo sulle recensioni negative perché sono quelle che ci danno spunti e indicazioni per dare un servizio sempre al top. Siamo molto focalizzati sulla User Experience e oltre alle recensioni usiamo anche degli strumenti che ci permettono di fare verifiche costanti su come funziona il sistema che permette a fattura1click di essere così utilizzata e apprezzata.

 

Fattura1click è stata la sfida del 2018/2019. Avete già un nuovo challenge per il 2020?

Lo abbiamo ed è… segreto! Ancora non lo possiamo svelare quindi posso solo dire che riguarda l’estero e le carte internazionali.

 

Dopo tutto questo parlare di lavoro vogliamo chiederti se hai un hobby.

Sì, sono un subacqueo e mi occupo anche di protezione civile, sempre in ambito marino e acquatico. Mi sono innamorato di questo mondo per diversi motivi: perché ti fa entrare in una dimensione diversa, in cui sei tu l’estraneo e anche perché è veramente rilassante. Si dice che sul viso ci siano dei recettori che appena sentono l’acqua si rilassano e io penso sia proprio così.

 

C’è una immersione che ritieni indimenticabile?

Direi la prima che ho fatto. Eravamo all’Argentario e non sapevo cosa aspettarmi. Appena mi sono immerso mi sono trovato tra tantissimi pesci, colori e meraviglie.

 

C’è qualcosa del mondo della subacquea che ti è stato utile per il lavoro?

Assolutamente. Ho imparato ad organizzarmi al meglio perché quando ci si immerge non si può improvvisare. C’è un metodo, che va applicato già quando si è a casa e si devono preparare i materiali da portare. Se ci pensi infatti ti basta dimenticare una parte dell’attrezzatura e ti salta l’immersione. Quindi immergersi serve anche a migliorare la memoria!

Inoltre ora sto seguendo dei corsi per diventare istruttore e del percorso fanno parte anche lezioni di comunicazione e di public speaking. Tutte cose molto utili anche per il mio lavoro.

 

Concludiamo con una domanda che non può mancare! Come descriveresti Fortech?

Fortech è un’azienda dinamica e velocissima e questo per chi sviluppa software è bellissimo! Non ci annoiamo mai, siamo sempre davanti a nuove sfide. È chiaro che questo possa essere anche stressante ma, per citare un famoso film di Antonioni… “Morirei di tutto ma non di noia”!

 

Daniel Gentili Responsabile Sviluppo Software

Articoli correlati

Blog  /  Fortech Team

Siamo un’azienda “senza timidezze” | Intervista a Valentina Spedale

Fortech vista da chi la abita ogni giorno, da chi ha deciso di abbracciarne in pieno valori e attitudine. Di questo abbiamo parlato in questa intervista con Valentina Spedale, Referente Progetti non oil.

 

9 settembre 2020

Blog  /  Fortech Team

In buca con Fortech | Intervista a Denis Chitano

Cosa c’è dietro la parola manutenzione? Dei professionisti capaci, che sanno identificare il problema in modo corretto e trovare una soluzione idonea. Potremmo spiegare così quello di cui si occupa ogni giorno il nostro Help Desk. Ne parliamo con Denis Chitano

13 ottobre 2019

Blog  /  Fortech Team

“Noi senza di voi un gruppo inutile” | Intervista a Paolo Delli Ponti

Perché un’azienda possa avere la fiducia dei suoi clienti, i processi e le procedure organizzative devono essere perfetti. Avere metodo è importante per portare a casa i risultati nei tempi giusti. Ne parliamo con colui che potremmo ironicamente chiamare Mr Metodo: Paolo Delli Ponti, responsabile dell’ufficio Service in Fortech.

7 ottobre 2019

2013-20 © Fortech S.r.l.  /  Tutti i diritti riservati.
P.IVA  03618500403  /  Privacy Policy